Per avere un’alimentazione sana e corretta, è molto importante anche sapere come conservare i cibi in frigorifero, per evitare che questi si rovinino e finiscano col perdere le loro proprietà nutritive. Sembra un discorso ovvio, che spesso finiamo col sottovalutare a causa di una nostra disattenzione, spesso dovuta alla vita frenetica che siamo abituate a fare e che finisce con l’andare a discapito della nostra salute. Come fare allora per avere a disposizione ingredienti sempre freschi e in ottime condizioni? Ecco una piccola guida su come conservare correttamente il cibo in frigo, anche quando ci si trova lontane da casa per più di qualche giorno.

Ad ognuno il suo posto

Per avere un frigorifero ordinato e sano non basta semplicemente lasciare i cibi, così come si trovano, sui ripiani interni. È molto importante che gli alimenti vengano coperti ed isolati, usando una pellicola apposita o un contenitore, per poterli conservare in una condizione di integrità. La scelta ottimale è senza dubbio quella dei contenitori, così da poter organizzare più facilmente l’interno del vostro frigo, sfruttando lo spazio a disposizione e permettendovi di trovare subito quello che cercate.

Come tutte sappiamo, in commercio sono disponibili contenitori per alimenti di diverse forme e materiali, acquistabili in un qualunque negozio di articoli per la casa: sono tutti prodotti che non assorbono odori e non compromettono il sapore, dotati di una chiusura ermetica che impedisce il passaggio dell’aria che altrimenti deteriorerebbe il cibo stesso. Tendenzialmente si tratta di contenitori trasparenti, il che è utile per riconoscere immediatamente il contenuto senza doverlo aprire ogni volta, ma ne esistono anche di colorati, specie se si tratta di quelli in plastica. In genere si prediligono infatti i contenitori in vetro, perfetti soprattutto per conservare gli alimenti ad alto tasso di acidità (il pomodoro, ad esempio) ma difficile da trasportare perché pesanti e molti fragili – quindi, per portarvi il pranzo a lavoro, vi consigliamo di optare per la plastica o il silicone.

I consigli per conservare bene

Come conservare i cibi nel migliore dei modi allora? Anzitutto, ricordate che gli alimenti vanno messi nel contenitore perfettamente asciutto e pulito, e poi questo va chiuso immediatamente. Se state conservando un cibo caldo, dovete aspettare che si raffreddi e poi metterlo in frigo in un secondo momento. Ma usare un contenitore ermetico non significa conservare oltre ogni limite di tempo! Ci sono alimenti particolarmente delicati, come i latticini o la carne rossa, che è preferibile consumare entro 24 ore per evitare che il sapore si alteri o che si rovinino definitivamente. Non potete mangiarli in breve tempo? Allora vi consigliamo di cuocerli e di conservarli direttamente da cotti!

Cosa succede se invece siete lontani da casa almeno per una settimana? In questo caso, è di vitale importanza conservare i cibi nel miglior modo possibile: non basteranno contenitori e frigorifero, ma avrete bisogno anche del sostegno del freezer stavolta. Se avete formaggi o latticini, vi consigliamo di consumarli oppure di conservarli ben sigillati nell’apposito contenitore o ripiano. Per quanto riguarda la carne, inutile dire che la soluzione migliore è quella di surgelarla, e vi consigliamo di fare lo stesso anche con i piatti pronti che sono avanzati. Cosa fare invece con pacchi di pasta o biscotti aperti? Le soluzioni sono due: travasateli in appositi contenitori dalla chiusura ermetica oppure sigillate il pacco utilizzando pinze o lacci appositi.

L’articolo COME CONSERVARE I CIBI sembra essere il primo su Casalandia.

Print Friendly, PDF & Email

Approfondisci alla Fonte Articolo :

http://www.casalandia.it/come-conservare-i-cibi/